Racconti in vigna e davanti al camino – Visita in cantina, Degustazione e Pranzo

Domenica 11 marzo, h 12,00 – Azienda Vinicola Federici – Via S. Apollaria Vecchia,30 – Zagarolo (RM)

Narrare il vino è un piacere: e Antonio Federici ha un luogo speciale a Zagarolo dove ama condividere la storia della sua azienda. E’ l’antica sala con camino circondata dalle vigne: un luogo unico in cui – avvolti da vino, storia e calore – condivideremo aromi, sentori e racconti di famiglia, immersi fra passione e territorio.

h 12,00 Arrivo e Presentazione Azienda

h 12,15 Passeggiata in vigna e visita in cantina alla scoperta del vino:

  • I territori e la filosofia
  • I vitigni: dagli autoctoni agli internazionali
  • Dalla vigna al vino: il progetto enologico

Degustazione e Pranzo

I vini
“Osè” Syrah Rosato
“Ulè” Syrah
“Sapiens” Cesanese del Piglio
“Le Ripe” Rosso Selezione
(Syrah, Merlot e Cabernet Sauvignon)
“Nunc” Cesanese del Piglio Superiore

In abbinamento

Salumi e formaggi a km 0
Bruschette con
olio Evo Federici, pomodoro e patè
Porchetta dell’Antica Norcineria Lattanzi
Salsicce arrostite

 

Conduce la visita: Antonio Federici, guida e anima di Federici Vini
Wine Communicator; Sommelier: Daniele Graziano

 

Posti limitati / Prenotazione obbligatoria

 

Logistica con treno e navetta:

Per chi volesse utilizzare il treno è prevista una navetta a pagamento da e per la stazione di Zagarolo alle h 11.

Il costo complessivo sarà compreso fra i 15 e i 20 euro (in base al numero dei partecipanti in navetta).

 

Orari treni Roma Termini/Zagarolo: h 10,14 al mattino e h 17,51 il pomeriggio.

(Durata circa 30 minuti /costo del treno: € 2,60 a tratta).

 

Per info e prenotazioni: 335 421015 / daniele.graziano@gmail.com

FB: DGexperience / www.dgexperience.it

 

Scoprire, conoscere e respirare il vino lì dove nasce: e’ “Il Senso della Terra“. Visita in Cantina, Degustazioni Territoriali e Incontri coi Produttori per vivere un’esperienza enologica a 360 gradi caratterizzata da natura, territorio, donne e uomini del vino.

E’ la loro voce che ci condurrà attraverso storia e leggenda, impegno e passione, dedizione e creatività: un lavoro “magico” quello della creazione del vino dalla terra che si rinnova anno dopo anno, generazione dopo generazione. Una poesia ricca e complessa, caratterizzata da essere umani, vigneti ed ambiente, insieme fusi in un connubio di natura e genio umano.

Passeggiando fra i filari, ascolteremo la storia di quella terra, conosceremo le caratteristiche di quegli specifici vigneti e il rapporto simbiotico generatosi nei decenni con i vitigni che oggi li caratterizzano. Le donne e gli uomini del vino ci racconteranno le tecniche, le difficoltà, le gioie, gli imprevisti che la vigna annualmente dona a chi la coltiva: ci condurranno in cantina, dove il mosto si trasforma e riposa, dove si raffina il vino e si caratterizza e prende forma il progetto enologico dietro ogni famiglia ed ogni azienda.

Ed infine, una volta avvolti da questa magia, degusteremo quella poesia – accompagnata da altri prodotti tipici del territorio – e ci faremo raccontare il vini dal nostro palato in un assaggio guidaro, finalmente consapevoli del lungo percorso che collega la vite al vino e della straordianria e speciale magia che alberga in ogni calice.